Il Manuale

IL MANUALE

Il progetto prevede anche l’implementazione di un manuale per formatori chiamato “L’esperienza autobiografica: il Manuale” che permetterà la creazione di corsi di formazione ripetibili.
Sarà un manuale per formatori pensato per strutture e associazioni che si occupano di assistenza agli anziani a vari livelli, dalla semplice casa di cura al centro di assistenza per i malati di Alzheimer e demenza senile, dal centro ricreativo ai ricoveri per anziani non autosufficienti. L’idea di implementare un secondo output intellettuale al gioco IO1, nasce dalla consapevolezza che la realizzazione del gioco avrebbe richiesto un grande lavoro non solo di ricerca, ma anche di formazione del personale impiegato nelle strutture che sinora hanno messo a disposizione per collaborare durante la fase di test denominata Step3. Un lavoro che abbiamo capito sarebbe andato perduto se non fosse stato finalizzato a un progetto più grande.

Da qui l’idea di canalizzare tutto questo lavoro nella realizzazione di un manuale in grado di stimolare non solo la formazione individuale, ma anche e soprattutto la formazione di operatori capaci di attuare e condurre veri e propri percorsi formativi creando così quell’effetto moltiplicatore che ci si aspetta da qualsiasi prodotto intellettuale finanziato dalla Comunità Europea.

Il manuale per formatori conterrà tutte le istruzioni per svolgere un percorso formativo dedicato all’introduzione della scrittura autobiografica in percorsi terapeutici e ricreativi destinati ad anziani con patologie diverse e non. Le metodologie da utilizzare in base alla tipologia di struttura in cui verrà introdotta l’attività saranno suddivise in capitoli dedicati, evidenziando, per ogni caso, i benefici e gli accorgimenti da utilizzare.

L'IMPEGNO DEI PARTNER

La ricerca e la stesura del manuale è coordinata dal partner polacco CEBS al cui interno opera un team di ricercatori specialisti in educazione e metodologia provenienti dall’Università di Wrocławed Accademia di Pedagogia Speciale di Varsavia.

L’analisi dei bisogni è stata condivisa da Nkey, partner candidato, con LUA con cui ha ideato e scritto questo progetto.

La LUA è impegnata da oltre venti anni nella promozione della cultura della memoria, nella realizzazione di corsi di formazione per personale specializzato nell’introduzione della scrittura autobiografica a diversi livelli ed è convinta che uno strumento digitale innovativo come la web app aprirà nuovi orizzonti al lavoro che svolge da anni nel campo della formazione.

Un altro enorme contributo a IO2 sarà dato dall’esperienza che ASPHI ha acquisito negli anni nell’organizzazione di corsi di formazione per operatori sanitari e sociali per l’inserimento di nuovi strumenti e metodologie all’interno di strutture e centri diurni per anziani e disabili adulti e che solo nelle ultime edizioni hanno coinvolto circa 400 operatori. La prima esigenza è infatti quella di consentire al maggior numero di pazienti/ospiti anziani di accedere ai benefici universalmente riconosciuti come conseguenza dell’utilizzo di questo strumento. Il manuale per formatori viene quindi identificato come lo strumento in grado di diffondere il più possibile l’uso del gioco e quindi dell’uso terapeutico del metodo autobiografico.